top of page

LENTEZZA, IDENTITA' E QUALITA' VERSO UN TURISMO SOSTENIBILE.


Domenica 12 marzo 2023 abbiamo parlato di sviluppo sostenibile del territorio a Ledro, insieme ad Alessia Tarolli, Teresa Agovino, Silvio Rigatti, Luca Zendri e Massimiliano Rosa.





Azione ha avanzato le sue proposte, tenendo presente la specificità del territorio:


- Identità: la Comunità deve essere al centro nella definizione dell’identità del territorio, verso una maggiore lentezza e qualità dell’offerta territoriale, attraverso un approccio maggiormente integrato tra persone, aziende e ambiente, in direzione quindi di una visione sostenibile a 360°, che permetterebbe anche una destagionalizzazione del turismo.

- Mancanza di risorse umane: rendere il nostro territorio maggiormente attrattivo, destagionalizzando, e quindi dando una maggiore sicurezza economica, e fornendo quel quid in più rispetto ai territori limitrofi. Ci si è concentrati maggiormente sulla necessità di riunire la formazione, portata avanti da diversi enti e associazioni, sotto un unico centro di eccellenza, che si rifaccia al panorama internazionale e quindi alla coniugazione della realtà accademica con quella professionale. Si è preso ad esempio il Basque Culinary Center di San Sebastian (Paesi Baschi). In questo modo si investe in qualità delle risorse umane, con ricadute economiche e sociali positive su tutto l’Alto Garda, che si presenta come territorio particolarmente attrattivo non solo per il panorama nazionale, con la creazione quindi di curricula a respiro internazionale.



- Mancanza di alloggi: Si richiede una maggiore regolamentazione degli alloggi privati ad utilizzo turistico. Si propone inoltre la creazione di una rete di impresa che coinvolga tutto il tessuto socio-economico del territorio: tutte le aziende dell’Alto Garda, indipendentemente dal settore di appartenenza, creano una rete d’impresa con l’obiettivo di ristrutturare gli edifici pubblici abbandonati e fatiscenti al fine di creare alloggi per le risorse umane che lavorano in loco. In questo modo non solo si facilita lo sviluppo economico del territorio - con particolare focus sulle micro, piccole e medie imprese che altrimenti avrebbero impedimenti finanziari a comprare i suddetti alloggi - ma si riqualificano anche edifici pubblici inutilizzati.

- Mobilità: si propone un’intensificazione delle tratte di mobilità pubblica non solo tra Alto Garda e Ledro, ma anche all’interno dello stesso comune di Ledro, ed un progressivo svecchiamento del parco autobus, verso una mobilità elettrica e ad idrogeno. Inoltre, si sottolinea la necessità di rendere maggiormente accessibile la mobilità pubblica da un punto di vista economico, rifacendosi al modello dell’Alto Adige.

sfondosito.jpg
elezioni provinciali.png
il trentino sul serio logo.png
logo azione.png
logo valduga.png
bottom of page